Belfast Harbour: cinquantasette cuccioli salvati durante la repressione del contrabbando

Più di 50 cuccioli sono stati salvati martedì durante un’operazione di polizia al porto di Belfast.

Un uomo di 44 anni è stato arrestato con l’accusa di reati, tra cui frode.

I 57 cuccioli e tre cani adulti appartenevano a varie razze di alto valore.

La polizia sospetta che gli animali, tra cui anche un gatto, siano stati contrabbandati oltre il confine dalla Repubblica d’Irlanda.

Gli agenti dell’unità criminale organizzata del servizio di polizia dell’Irlanda del Nord (PSNI) hanno condotto i sequestri nell’ambito di un’indagine in corso.

Il Det Insp Conor Sweeney ha dichiarato: “I più recenti sequestri da parte dell’unità della criminalità organizzata sono stati in relazione a droghe illegali.

“Tuttavia, come ha dimostrato questa operazione, le droghe non sono gli unici articoli commercializzati illegalmente”.

Ha aggiunto: “Il contrabbando è spesso condotto da sofisticati gruppi criminali organizzati transfrontalieri.

“Tali gruppi non discrimineranno quando si tratta della merce contrabbandata, se si tratta di droghe, sigarette, persone o, in questo caso, animali”.

Tra i cani salvati nell’operazione c’erano golden retriever, bulldog francesi, cockapoos e cocker spaniel.

Sono in cura e sono stati visitati da un veterinario, ha confermato la polizia.

“Coloro che sono coinvolti nel traffico di cuccioli non si preoccupano dell’orrendo impatto che questo tipo di attività criminale può avere sia sugli animali che sulle vittime che li comprano innocentemente come animali domestici”, ha aggiunto Det Insp Sweeney.

La PSNI ha affermato che il pubblico non dovrebbe contattare la polizia per offrire di rimpatriare i cani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.