Animali selvatici, ambiente e uomo, i loro legami e la salute

Malattie come effetto di relazioni complesse tra uomini, animali domestici e selvatici, per capire l’origine delle quali occorre analizzare fattori quali densità di popolazione umana, diversità e abbondanza di animali selvatici e cambiamenti dell’ambiente messi in atto dall’uomo come deforestazione, pratiche agricolturali intensive, intensificazione della produzione zootecnica, commercio di animali.

Grazie alla collaborazione fra la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Teramo e il Wildlife Research Center del Parco Nazionale della Maiella questi temi sono al centro di diverse linee di ricerca scientifica che in Abruzzo si stanno sviluppando grazie alla particolarità geografica e alla ricchezza di aree protette. Di medicina della conservazione e salute delle popolazioni animali selvatiche si parlerà durante il Seminario Internazionale “Conservation Medicine and Wildlife Health”, nell’Aula Magna di Colle Parco a Teramo il 16 e il 17 giugno.

“L’era Covid ci ha messo dinanzi alla complessità delle dinamiche delle malattie nelle popolazioni, abbiamo capito come le relazioni tra uomini, popolazioni animali e ambiente debbano essere viste con un approccio integrato, olistico, tendente a definire il quadro generale di ‘One Health'” spiega la prof. 

Cristina Di Francesco, docente di Malattie infettive degli animali. 

A coordinare i contributi scientifici saranno: Alonso Aguirre, Chair e Ordinario presso il Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali alla ‘George Mason University’, Fairfax, Virginia, vice presidente Senior della EcoHealth Alliance e ora rettore del Warner College of Natural Resources alla Colorado State University; James Forester, ecologo, Associate Professor presso il Dipartimento Ambiente, Fauna Selvatica e Biologia della Conservazione dell’Università del Minnesota; Jorge R. 

López Olvera, professore associato presso Il Gruppo di Ricerca di Ecologia e Salute dell’Università Autonoma di Barcellona. 

L’evento arriva a conclusione del Corso di Perfezionamento in “Gestione Sanitaria della Fauna Selvatica, Medicina della Conservazione e Sanità Pubblica”, organizzato da Università e Parco. https://www.conservationmedicineseminar.it . (ANSA).

Fonte:ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.