ARRIVA BAUZAAR, UNA GODURIA PER TE E I TUOI ANIMALI

Sono oltre 8.000 prodotti e 300 marchi a comporre l’offerta del pet shop Bauzaar che ha conquistato la fiducia di decine di migliaia di clienti. Merito della combinazione di qualità, convenienza e sconti eccezionali. Ma anche di promozioni a tempo, assistenza multicanale e spedizioni veloci.

Nato come start up nel 2012 da un’intuizione di Matteo Valente e Domenico Gimeli, lo store si è velocemente affermato nel mercato italiano degli articoli per animali, per diventarne uno dei principali player, anche grazie all’ingresso in società del Gruppo Megamark. Oggi vanta una shopping experience semplice e sicura, tagliata sulle esigenze dei pet lover.

Acquistando su www.bauzaar.it si ha infatti la sicurezza di alta qualità e prezzi competitivi. I marchi sono i migliori del settore, come Monge Natural Superpremium, Royal Canin, Frontline, Acana, Lily’s Kitchen e Advantix.

L’offerta fa della completezza una delle sue qualità, con prodotti per cani, gatti, roditori, uccelli, pesci e rettili. Si va dai mangimi agli articoli per l’igiene, fino a integratori e antiparassitari. Trovano spazio in catalogo anche cucce, gabbie, lettiere, fontane, giochi, ciotole e tanto altro ancora.

Tre le sezioni dello store dedicate alle promozioni: Super Offerte, Fuoritutto e Promo Scadenza. Quest’ultima raccoglie eccezionali sconti a tempo, che tagliano i prezzi anche del 40%.

Il risparmio è garantito fin dal primo acquisto, quando il cliente ha accesso a uno sconto del 10%. Superando la soglia di 120 euro si attivano poi gli extra sconti fissi, cumulabili con altre promozioni, mentre per azzerare le spese di spedizione è sufficiente un ordine di oltre 49 euro.

Alla ricerca della massima convenienza? Bauzaar propone anche il programma fedeltà e il Membership Program. Nel primo caso ogni euro speso si trasforma in punti da convertire in credito, nel secondo sono disponibili carnet di buoni sconto per specifici brand.

La spedizione avviene in 24-48 ore e le transazioni sono protette da protocolli di criptaggio per la tutela dei dati. Per qualsiasi richiesta di informazioni il cliente ha a disposizione l’assistenza multicanale, attiva via telefono, e-mail e WhatsApp. Mentre il Blog del portale e il giornalino BAUMagazine, inserito direttamente nei pacchi insieme alla merce ordinata, sono risorse ricche di spunti e preziosi consigli per la cura degli animali domestici.

Prenditi cura dei tuoi amici a quattro zampe: acquista i migliori prodotti per animali su www.bauzaar.it e scopri le imperdibili promozioni a tempo.

MIGLIORI AMICI

Racconti di cani, gatti e conigli scritti dai loro umani

Il libro Migliori Amici edito dalla nostra organizzazione è pronto per essere acquistato e come preannunciato, il ricavato della sua vendita sarà devoluto in beneficenza alla “Clinica Veterinaria Due Mari”.

Questo è il quarto libro che la nostra organizzazione edita e stampa sempre con la stessa formula e con la stessa finalizzazione. Vi daremo conto dei versamenti ogni volta che li faremo.

Riguardo al nuovo libro dobbiamo dirvi che è stato davvero un piacere leggere e commuoverci o sorridere per le storie che i proprietari degli animali di cui si è scritto, ci hanno raccontato. Di certo avremo risvegliato anche un po’ di malinconia … ma per una buona causa. Li ringraziamo tutti di cuore e li sollecitiamo a diffondere il libro tra amici e parenti.

Gli interpreti del libro Migliori Amici sono (in ordine di apparizione): Starcky, Bortolo, Ricciardo, Lillobau, Oscar, Marley, Pupa, Tigro, Zara, Susi, Black, Baby, Bombom, Maeva, Circe, Amy, Miriam, Tobi, Mya, Titina, Puccione, Flay, Flora, Czar, Nala, Jody, Pelo, Klaus e Rinty, sono stati tutti primi attori meravigliosi che hanno regalato alle loro famiglie tanto affetto e tanta gioia.

IL LIBRO E’ DISPONIBILE SU AMAZON

EDIZIONE CARTACEA

EDIZIONE KINDLE

Non vi rimane che acquistarlo

APRITALIA.ORG

Animali e ambiente entrano nella Costituzione italiana: il sì del Senato alla loro tutela

FONTE Benessere Animale

Fin dagli anni ’90 si parla di inserire questa modifica nella Costituzione, e ora la Commissione Affari Costituzionali del Senato ha votato favorevolmente: la tutela degli animali, dell’ambiente e degli ecosistemi entrano nella Costituzione. Resta ancora da chiarire cosa cambierà concretamente.

Una notizia celebrata dalle associazioni animaliste, e che rappresenta un passo avanti per la tutela degli animali e dell’ambiente in Italia. Il tutto è in linea con il Green Deal europeo, l’insieme di azioni messe in atto per raggiungere la neutralità climatica in Europa entro il 2050.

Con la modifica dell’articolo, di fatto la tutela degli animali, dell’ambiente e degli ecosistemi verrà inserita nella Carta fondamentale; l’approvazione dovrebbe arrivare entro la fine della legislatura, così entro maggio del 2022 l’Italia potrebbe finalmente raggiungere questo traguardo, in linea con il sentiment comune. Secondo un sondaggio Ipsos, ben il 91% degli italiani è d’accordo con questa modifica, e ciò dimostra quanto la sensibilità verso queste tematiche stia cambiando.“Come relatrice – dichiara Alessandra Maiorino (M5S) sulla sua pagina Facebook – sono felice del grande risultato odierno: la commissione Affari Costituzionali, all’unanimità dei presenti, ha approvato il testo di legge per la modifica costituzionale. Ora è importante che approdi in aula al più presto, perché ogni modifica costituzionale richiede quattro letture (2 Camera e 2 Senato), e il tempo comincia a stringere”.Restiamo in attesa di capire che cosa cambierà esattamentee in che modo gli animali e l’ambiente potranno essere maggiormente tutelati. Questo, nell’ottica di una serie di contraddizioni da parte dell’Europa, che da una parte promuove politiche “green” e dall’altra il consumo di prodotti di origine animale. Così anche l’Italia, dove il Ministro della Transizione Ecologica sottolinea la necessità di “diminuire la quantità di proteine animali sostituendole con quelle vegetali”, mentre i dati relativi ai danni ambientali e sanitari provocati  dal consumo di carne e derivati rimangono allarmanti. Che cosa dobbiamo aspettarci, quindi, da questa modifica della Costituzione?

Hola è stata gettata da un’auto in corsa..

Agrigento, gettata da un'auto in corsa: ecco la rinascita della cagnolina Hola

E’ stata strappata alla madre a poche settimane di vita e gettata da un’auto in corsa in una stradina di campagna a Menfi (Agrigento): era stata, cioè, condannata a morte. Ma a cambiare la sua sorte è arrivato un passante che l’ha portata nell’Oasi Ohana di Santa Margherita di Belice, dove Hola, così è stata ribattezzata la cucciola di cane abbandonata, ha ricominciato a vivere, dopo le prime cure. Così, a pochi giorni dal salvataggio, da lì giungono buone notizie: “L’abbiamo recuperata denutrita e con ancora gli occhi chiusi (a causa del tremendo impatto con l’asfalto). Non ha più avuto crisi convulsive… speriamo e pensiamo di averle definitivamente archiviate”, è quanto si legge sulla pagina Facebook del rifugio.

La dinamica dell’abbandono – A confermare la dinamica dell’abbandono di Hola è stata una prima visita veterinaria effettuata d’urgenza: il cucciolo, ritrovato immobile in mezzo alla carreggiata, era dolorante, una situazione perfettamente compatibile con un lancio da un’auto in marcia, confermata anche da qualche escoriazione.

Alla cagnolina è stato subito somministrato un antidolorifico per permetterle di ritrovare l’appetito e di essere allattata. Per fortuna non aveva riportato fratture.

La gente non si macchia solo della vergogna e dell’infamia, morale e penale, di abbandonare a morte sicura un povero cucciolo innocente nato per l’ostinazione di non sterilizzare le femmine – aveva scritto Chiara Calasanzio, fondatrice dell’Oasi Ohana, riportando l’accaduto in un post su Facebook – , ma cerca costantemente di infliggere più dolore possibile prima di dare la morte. Che senso aveva, in una strada di campagna isolata, lanciarlo in corsa?”.

Gli sviluppi della vicenda – “La nostra piccolina mangia e a giudicare da come ha preso peso, da un inizio di dentizione e dalla sua mobilità, pensiamo che possa avere circa tre settimane, a differenza di quello che appariva quando l’abbiamo recuperata, denutrita e ancora con gli occhi chiusi per l’impatto sull’asfalto”, è l’ultimo aggiornamento che arriva dall’Oasi Ohana.

“Dopo l’ok del veterinario – si legge ancora nel post pubblicato sulla pagina Facebook ‘Oasi ohana: i pelosi di Chiara’ – inizieremo la fase di svezzamento con mousse starter e, dopo i vaccini, sarà messa in adozione: le troveremo una super family!”.

fonte

L’amore per gli animali può far emergere il bisogno di isolarsi

Amore per gli animali

Nonostante la nostra specie sia etologicamente portata a vivere in branco, chi prova amore per gli animali ha periodicamente bisogno di isolarsi.

Il branco dei nostri giorni, infatti, condivide spesso il disprezzo per gli altri animali.

Un disprezzo invisibile, celato dietro la condivisione dei pasti (che implicano l’uccisione di tanti animali), dello sport (caccia, pesca, tiro al piccione…), del divertimento (scommesse, corse dei cavalli, combattimenti dei cani, feste e saghe con animali…) e di tanti gesti così abituali da non essere nemmeno più presi in considerazione.

I prodotti di origine animale sono dappertutto e nessuno si domanda più quale sia la loro provenienza e che prezzo di sofferenza sia necessario a ottenerli.

Chi ama gli animali cammina controcorrente e combatte in se stesso quell’indifferenza (indotta abilmente dalle esigenze dell’economia) nel tentativo di costruire un mondo basato sul rispetto per tutte le creature.

Per secoli ci è stato insegnato quanto la natura sia crudele e quanto dare la morte faccia parte di un percorso naturale indispensabile alla sopravvivenza.

Ma l’evidenza del progresso ci mostra oggi come, per la nostra specie, l’uccisione non sia più necessaria alla sopravvivenza e le alternative siano così tante da avere solo l’imbarazzo della scelta.

Ciò nonostante, le leggi del mercato occultano abilmente lo schiavismo psicologico in cui tutti viviamo immersi, lasciandoci credere che senza ammazzare gli animali la nostra vita non sarebbe possibile e nascondendo le innumerevoli sofferenze indispensabili a sostenere l’avidità dei pochi che governano i molti.

Chi ama gli animali risponde a tutto questo con una forte presa di coscienza e avvalora la convinzione che per vivere sia indispensabile il rispetto verso le altre specie.   

Sostenere la vita dell’ecosistema, infatti, è un presupposto indispensabile per la salute. Nostra e del pianeta.

In questa chiave il compito di ogni essere umano dovrebbe essere quello di aiutare chi si trova in difficoltà, senza approfittarsene per soddisfare bisogni effimeri e inutili.

La nostra intelligenza ci conduce verso soluzioni alternative alla violenza e rispettose della vita.

Ma un uso strumentale delle informazioni gestisce il successo di pochi a discapito dei molti che ingenuamente si affidano al più forte senza valutarne le reali intenzioni.

Proprio come gli animali anche la specie umana subisce una domesticazione imposta psicologicamente da chi possiede il potere economico, patendo la prepotenza mascherata da sollecitudine.

Le persone che amano gli animali, tuttavia, mantengono salda la relazione con le altre specie e non riescono a ignorarne le esigenze e la sofferenza.

Ecco perché hanno bisogno di isolarsi.

La pressione sociale induce in tutti una pericolosa anestesia emotiva e occulta la violenza, su cui è basato il nostro stile di vita, dietro le edulcorate immagini pubblicitarie.

Trascorrere del tempo in solitudine vuol dire permettersi di ascoltare se stessi fuori dal turbinio caotico delle informazioni condivise.

Il richiamo del cuore sussurra nel silenzio, rivelando una verità fatta di sensazioni intraducibili con le parole, ma non per questo meno reali.

La verità è tale quando ci permette di guardare negli occhi la nostra anima.

Senza vergogna.

Con semplicità.

Le persone che amano gli animali vivono con profondità e, proprio come gli animali, hanno bisogno di ritrovare il senso delle proprie scelte mantenendo il contatto con i valori della coscienza, dell’amore e della vita.

fonte