ANIMALI E CORONAVIRUS

Risultato immagini per cani abbandonati

Ci giunge notizia che molti cani sono stati abbandonati in questo periodo di pandemia.

Comprendiamo la paura, ma non può essere che la paura verso la malattia superi l’amore che dovreste avere per il vostro cane o gatto.

Ripetiamo che gli animali non trasmettono la malattia agli umani, almeno i nostri animali domestici. Per questo motivo vi invitiamo a non abbandonare i vostri cani. In questo periodo di clausura avere un cane o un gatto è un dono prezioso, saranno loro che vi aiuteranno facendovi compagnia, riconducendovi alla quotidianità. Non abbandonateli.

Manuela Valletti

Coronavirus: disposizioni per cani e padroni

PUBBLICATO IL12 Marzo 2020 ULTIMA MODIFICA12 Marzo 2020 14:03

In questi giorni di incertezza e di misure straordinarie che stanno cambiando le abitudini degli italiani per combattere la diffusione del coronavirus, in tanti si stanno interrogando sulle regole di convivenza da adottare nei confronti degli animali domestici.

La domanda più frequente è: “Posso uscire con il mio cane?”. La risposta è «Si, per la gestione quotidiana delle sue esigenze fisiologiche e per i controlli veterinari» ed è contenuta al punto 11 del vademecum che il governo ha diffuso per fare chiarezza sui tanti dubbi che sono nati in questi giorni. E’ bene sottolineare che la passeggiata è finalizzata alle esigenze fisiologiche dell’animale e dunque deve avvenire nelle vicinanze della propria abitazione e per il tempo strettamente necessario. Il tutto dotandosi dell’autodichiarazione scariabile QUI dal sito del Ministero dell’interno e un proprio documento d’identità. Documenti che bisogna portare con sè anche quando ci si reca dal veterinario per i controlli estremamente necessari: in Italia ci sono 7.000-7.500 fra piccoli ambulatori e pronto soccorso aperti 24 ore al giorno e comunque è sempre meglio avvisare il proprio veterinario con cui concordare cosa fare. Visite di routine e vaccinazioni possono essere rinviate di qualche settimana con tranquillità. Nelle sale d’attesa ci dovrebbero essere i presidi di protezione individuale e gel di sanificazione per le mani.

FONTE

Ecco il Manuale per curare con i Fiori di Bach i cani e gatti

Risultato immagini per bach flowers

Curare gli animali domestici con i Fiori del dottore Bach è diventato facile. L’Associazione Proprietari Responsabili ha prodotto un Manuale molto utile e pratico che consentirà a tutti i proprietari di cani, gatti, conigli ecc, di aiutare i loro amici nelle situazioni psicologiche più comuni.

Il manuale è acquistabile on line a questo link ed è fortemente raccomandato poichè anche gli animali patiscono lo stress, la paura, la solitudine, l’ansia e via dicendo, proprio come i loro proprietari umani.

Manuale dei Fiori di Bach e il loro uso per gli animali
pratico, semplice, utile

UN ITALIANO SU CINQUE SI SENTE PIÙ COMPRESO DAI SUOI CANI

13 febbraio 2020, ore 09:00 , agg. alle 14:38   

L’Italia è tra i Paesi con il maggior numero di animali da compagnia, più di 14 milioni solo tra cani e gatti

L’amore tra italiani e amici a quattro zampe è confermato dai numeri. L’Italia è tra i Paesi con il maggior numero di animali da compagnia (più di 14 milioni solo tra cani e gatti), l’81,8% ritiene che gli amici a quattro zampe siano esponenti a tutti gli effetti del nucleo familiare e il 59,5% dei proprietari di cani e gatti li vorrebbe persino nello stato di famiglia, come riportato dal Rapporto Assalco Zoomark 2019. Quello che ancora non si sapeva è fino a che punto questo amore fosse forte. A metterlo nero su bianco è uno studio condotto da Swg per Ca’Zampa, il primo gruppo in Italia di centri che offrono servizi legati al benessere degli animali domestici. Dalla ricerca emerge che il 17% degli intervistati ha ammesso di sentirsi più compreso dai propri animali, rispetto a figli, amici e genitori. Un italiano su due (51%) ha addirittura affermato che gli animali domestici sono un sorta di surrogato delle relazioni parentali e amicali, soprattutto tra i giovanissimi della cosiddetta generazione Z (71%) e tra gli abitanti del Nord Est (57%).

San Valentino, un italiano su cinque si sente più compreso dagli animali domestici

TAGS: animali, domestici, italiani

fonte

AVERE UN CANE AIUTA

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è middlesex-dogs-1.jpg

Possedere un animale domestico potrebbe essere un bene per il tuo cuore – specialmente se si tratta di un cane – secondo un nuovo studio.

La ricerca ha scoperto che è probabile che i proprietari di animali domestici segnalino più attività fisica, dieta migliore e zucchero nel sangue a livello ideale, rispetto a quelli senza animali domestici .

Tuttavia, i maggiori benefici derivanti dall’avere un animale domestico sono stati quelli che possedevano un cane, indipendentemente dalla loro età, sesso e livello di istruzione.

I soggetti sono stati valutati in base ai comportamenti e ai fattori di salute ideali di Life’s Simple 7, come indicato dall’American Heart Association: indice di massa corporea, dieta, attività fisica, stato di fumo, pressione sanguigna, glicemia e colesterolo totale.